Rovine dell’antico Palazzo Tasso


Nella parte meridionale dell’abitato di Cornello si trovano le rovine della più antica dimora della Famiglia Tasso, anche se il gruppo famigliare aveva altre residenze nel borgo, come il palazzo che sorge nella piazza di fronte al Museo e che presenta, affrescato sulla parete principale, lo stemma della famiglia.

La costruzione risale all’epoca feudale e potrebbe aver ospitato i primi esponenti della famiglia Tasso, mandati in Valle Brembana in qualità di vassalli di feudatari di Almenno. Di questo edificio fortificato rimangono solo le fondamenta, parte delle mura di sostegno ed un arco. In origine il palazzo doveva essere piuttosto imponente, come appare in un disegno seicentesco che lo mostra senza copertura, ma eretto ancora su diversi piani. Altri disegni, di inizio Ottocento, mostrano l’edificio piuttosto elevato, con cinque livelli di finestre, con le adiacenti strutture di terrazzamenti e le coperture ancora presenti, questo fa supporre che il crollo del Palazzo sia avvenuto in tempi piuttosto recenti.

Tra il 1986 e il 1989 la Provincia di Bergamo attuò un’opera di recupero del sito e, durante i lavori, emerse un’abbondante quantità di frammenti ceramici del Quattrocento e dei secoli successivi.
 

Rovine dell'antico palazzo Tasso
Rovine dell’antico palazzo Tasso – Ph. Tarcisio Bottani