Val Parina / Monte Ortighera


Percorso: lasciare l’auto in località Scalvino, nel grande parcheggio a fianco della strada statale 470. Da lì prendere il ponte di ferro sul fiume Brembo e girare a destra prendendo il sentiero CAI 259 in direzione sud. Poco prima della confluenza del torrente Parina nel Brembo, il sentiero devia in direzione est, risale la Bocca di Parina (fare attenzione alla traccia) e inizia un lungo tratto quasi pianeggiante che rimane sempre sulla destra orografica della Valle. Dopo un ponte in muratura a doppio arco che attraversa la valle, il cammino prosegue su uno stretto cordolo di cemento armato, ritorna con un ponticello di ferro sulla sponda destra del torrente e inizia a salire. Proseguire fino ad arrivare a un segnavia CAI e a una grande roccia con scritta una “O” rossa, che indica la deviazione per il Monte Ortighera, da prendere a sinistra in direzione nord-ovest; continuando invece verso est si arriva a Zorzone. Il sentiero sale nel bosco fino a giungere a un prato con una fontana abbeveratoio e la baita “Casera” di proprietà del Comune di Dossena. Proseguire a a sinistra fino ad arrivare al Passo di Ortighera, continuare per raggiungere la Baita Möss a 1530 metri da cui, con un ultimo breve tratto, si arriva in vetta al Monte Ortighera. Per il ritorno è possibile fare un giro ad anello: ritornare al Passo di Ortighera e da qui scendere in direzione nord-ovest verso Lenna. A Lenna prendere la Ciclovia della Val Brembana per tornare a Scalvino.

Cosa vedere: i resti della vecchia ferrovia a scartamento ridotto che portava minerali (zinco e piombo), marmo e legname a fondovalle; il paesaggio carsico; gli alberi secolari.

Note:il percorso è lungo e presenta alcuni punti con strapiombi esposti che richiedono molta attenzione; acqua potabile alla baita Ortighera.
 

Navigazione articoli