Arlecchino che parla bergamasco


news-160625-4
 

25/06/2016 – È stato pubblicato un nuovo libro sulla figura di Arlecchino, curato da Eliseo Locatelli.

Di seguito riportiamo un estratto dell’introduzione scritta dall’autore:

“Racconta una filastrocca che il costume di Arlecchino sia nato dalla fantasia di una mamma che lo rimediò dai ritagli di altri costumi più ricchi. Naturalmente questa è solo un’invenzione, ma ricordo una mamma, la mia, che cucì per davvero il costume di Arlecchino al suo bambino. E forse non ebbe neppure la soddisfazione di un sorriso di riconoscenza, perché a quell’età io preferivo mascherarmi da Zorro o da cowboy… Ringrazio ora la mia mamma per avermi insegnato, fra l’altro, che Arlecchino vale più di uno stereotipo di moda. La sua maschera ha una dignità che va ben oltre il pretesto occasionale per cui la si indossa: vive nel cuore e vive in rapporto al dialogo che si instaura quando va in scena la commedia, molto spesso rappresentazione stessa della vita. Nasce da qui l’impegno di difendere la verità con questo libro, quasi confidenziale, ricco di sfolgoranti immagini e documenti storici, così da assolvere anche un debito di riconoscenza verso sinceri maestri dai quali ho imparato ad approfondire valide testimonianze del passato per tener vivo il dibattito culturale. La speranza è che il libro sia ben accolto anche da quanti non lo riterranno sempre ortodosso”.

Il libro sarà presentato domenica 7 agosto 2016 in compagnia del suo autore durante il Festival di Teatro Mercatorum, che si terrà a Camerata Cornello, Dossena e San Giovanni Bianco dall’ 1 al 21 agosto 2016.